Furore con Massimo Popolizio al Teatro Argentina di Roma

Regista e interprete di grande sapienza e inventiva, Massimo Popolizio si confronta con Furore di John Steinbeck, in uno spettacolo lirico ed epico che porta sul palco la crisi agricola, economica e sociale che stritolò gli Stati Uniti in una morsa fra il 1929 e l’attacco a Pearl Harbor.

Racconto realista e visionario

Raccontando le sventure della famiglia Joad, e i motivi di una delle più devastanti migrazioni di contadini della storia moderna, Popolizio dà vita ad un racconto realista e visionario, ancora sorprendente per la sua dolorosa attualità.

La trama

Leggendo Furore, impariamo ben presto a conoscere un personaggio senza nome che muove i fili della storia. Nulla gli è estraneo: conosce il cuore umano e la disperazione dei derelitti come se fosse uno di loro, ma a differenza di loro conosce anche le cause del loro destino, le dinamiche ineluttabili dell’ingiustizia sociale, le relazioni che legano le storie dei singoli al paesaggio naturale, agli sconvolgimenti tecnologici, alle incertezze del clima. Tutto, nel suo lungo racconto, sembra prendere vita con i contorni più esatti e la forza d’urto di una verità pronunciata con esattezza e compassione.

Quando

Teatro Argentina, 18 – 30 maggio 2021

Produzione

Produzione Teatro di Roma – Teatro Nazionale

Produzione Compagnia Umberto Orsini, Coproduzione Teatro di Roma – Teatro Nazionale

Scheda tecnica

dall’omonimo romanzo di John Steinbeck
adattamento di Emanuele Trevi
un progetto di e con Massimo Popolizio
con musiche eseguite dal vivo da Giovanni Lo Cascio

foto di Federico Massimiliano Mozzano
artwork: Le ali advertising

Biglietti in totale sicurezza

Per permetterti di godere le rappresentazioni al meglio e in totale sicurezza, in tutti i nostri teatri potrai scegliere se acquistare posti singoli o posti in coppia.
Al momento dell’accesso in sala ti sarà richiesta un’ autodichiarazione

Orari

orari spettacolo ore 19.00
domenica ore 17.00
lunedì riposo
durata 75′

Fonte e Info: www.teatrodiroma.net

Gli ultimi articoli

Similar articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Subscribe to our newsletter

Instagram