La Casa Editrice Laterza compie 120 anni

La Casa Editrice Laterza nasce il 10 maggio 1901 grazie a Giovanni Laterza che voleva fondare una Casa Editrice  «di servizio» per gli autori baresi e pugliesi, con particolare attenzione ai temi della cultura tecnica, economica, commerciale, giuridica.

Benedetto Croce

Le difficoltà non furono poche  finché arrivò l’incontro determinante per la linea editoriale quello con Benedetto Croce nel dicembre dello stesso 1901.

Grazie a quest’ultimo già nel giugno del 1902 si abbandò totalmente l’idea di pubblicare opere letterarie per comparire come editore con una fisionomia determinata: ossia come editore di libri politici, storici, di storia artistica, di filosofia, ecc.: editore di roba grave».

Editore di saggistica e di cultura

L’editore di libri tecnici e di letteratura diventa editore di saggistica, di cultura; l’editore avventizio a caccia di occasioni di pubblicazione si trasforma in editore selettivo ed esigente. E nel giro di pochi anni viene rifondata la «Biblioteca di Cultura Moderna», la prima collana della casa editrice, e nascono i «Classici della Filosofia Moderna» (1906), le «Opere di Benedetto Croce» (1908), gli «Scrittori d’Italia» (1910), i «Filosofi Antichi e Medievali» (1915). Dal 1906, inoltre, Laterza cura l’edizione della rivista «La Critica», diretta anch’essa da Croce.

Vito Laterza e gli eventi

Dopo la ristrutturazione e modernizzazione degli anni ’80 ad opera di Vito Laterza, oggi importanti sono le collaborazioni con i giornali e la produzione di eventi  di grande rilievo culturale tra i quali il Festival dell’Economia a Trento e le Lezioni di Storia che si tengono a partire dal novembre 2006 in alcune tra le maggiori città italiane: Roma, Milano, Torino, Firenze, Genova, Napoli, Trieste, Bari, Udine, Cagliari, Brescia, Trento/Rovereto, Verona, Padova, Matera.

FONTE e INFO: www.laterza.it

Gli ultimi articoli

Similar articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Subscribe to our newsletter

Instagram