Online e gratuita la Mostra Internazionale dell’Artigianato

L’edizione 2021 della Mostra Internazionale dell’Artigianato di FIRENZE, MIDA, per motivi di Covid quest’anno si svolgerà online pur mantenendo le date usuali del suo svolgimento: dal 24 aprile al 2 maggio.

Dove

L’evento si terrà su Emporio MIDA che fu creata da Firenze Fiera nel giugno 2020 per essere una vetrina e sostenere tutto l’anno le eccellenze dell’artigianato italiano e internazionale. favorendo il matching fra espositori, visitatori e buyer, con il supporto anche dei canali social della fiera (Facebook, Instagram e YouTube).

Partecipare all’evento digitale è gratuito e riservata a tutti gli espositori già presenti alle ultime due edizioni di MIDA e ai nuovi artigiani che sono stati selezionati.

Come partecipare

Da sabato 24 aprile a domenica 2 maggio il pubblico potrà registrarsi sul sito di questa 85° Mostra e usufruire gratuitamente di eventi legati sia alle istituzioni, che alle associazioni.

La piattaforma proporrà convegni, visite guidate virtuali al ‘fortilizio mediceo’, mostre,  performance in bottega, eventi di approfondimento e intrattenimento in collaborazione con alcune delle principali istituzioni culturali del territorio.

Eventi

Fra le tante iniziative segnaliamo: CRAFT 4.0, mostra curata dal Dipartimento di Architettura – Design Campus dell’Università di Firenze – che presenterà gli scenari futuribili del ‘fatto a mano’ su cinque categorie: Natura – Lavoro – Uomo – Patrimonio culturale e Community. 

A cura di Firenze Fiera e l’Associazione Muse, visite guidate virtuali al Fortilizio Mediceo (dal 1978 sede espositiva della Mostra dell’Artigianato) con il racconto della storia del monumento, mostrando anche i Sotterranei.

Grazie all’Archivio della Regione Toscana, sarà inoltre possibile ripercorrere, grazie a pannelli e foto,  alcuni dei momenti più significativi della mostra, dalle origini, nel marzo 1931, ai giorni nostri.

Omaggio a due grandi artigiani fiorentini e storici espositori della mostra: Felice Botta con le sue originali sculture in legno povero e materiali di recupero e Andrea Fedeli, terza generazione di una famiglia conosciuta in tutto il mondo per le sue importanti opere di restauro e valorizzazione di beni storico-artistici.

Infine, a cura di Jean Blancheart, un ricordo di Philippe Daverio, storico dell’arte, saggista, divulgatore televisivo e direttore scientifico della rivista Art & Dossier, da sempre sostenitore della bellezza e dell’unicità dell’artigianato artistico italiano come antidoto alla globalizzazione del terzo millennio.

FONTE e INFO: www.mostrartigianato.it

Gli ultimi articoli

Similar articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Subscribe to our newsletter

Instagram